Grande Under, grandi rossoblù

<p style=”text-align: justify;”>Impresa dell’Under 21 azzurra che ha battuto la Serbia per 3-2 a Pescara, ribaltando lo 0-2 iniziale e ipotecando di fatto la qualificazione alla seconda fase del campionato europeo di categoria.</p><p style=”text-align: justify;”>Era cominciata malissimo per la squadra di Di Biagio questo “dentro o fuori”: gli ospiti infatti avevano accumulato un doppio vantaggio nei primi dieci minuti e c’è voluto tutto il coraggio e la determinazione degli Azzurrini per capovolgere la situazione. Prima una doppietta di Belotti, il secondo gol su rigore, ha portato il risultato sul 2-2 in chiusura di tempo; quindi è stato Berardi, che in precedenza aveva colpito un palo, a segnare la rete vincente a metà ripresa con una bordata da fuori.</p><p style=”text-align: justify;”>Nella maiuscola prestazione della formazione azzurra, applausi anche per i due rossoblù in campo, Lorenzo Crisetig e Samuele Longo. Il primo è stato l’anima del centrocampo italiano, crescendo a dismisura con il passare dei minuti; il secondo ha rappresentato una minaccia costante per la difesa serba in coppia con Belotti, prima di uscire al 65′ rimpiazzato da Bernardeschi.  Proprio un’azione congegnata dai due giocatori rossoblù al 59′ è stata tra le più belle della partita. Crisetig ha pressato con successo un avversario sulla trequarti e ha spedito al centro dell’area un magnifico pallone che Longo ha girato di testa verso la porta serba, sfiorando il palo di un niente.</p><p style=”text-align: justify;”>Adesso la qualificazione per l’Italia è a portata di mano. Sarà sufficiente sconfiggere Cipro martedì a Castel di Sangro nell’ultima gara in programma per scavalcare il Belgio in vetta al girone.</p>